La sconfitta della pioggia è STORIA

Corsi e ricorsidella storia  – Sconfitti dalla pioggia

Nel 1815 le condizioni atmosferiche influirono profondamente su un’altra pietra miliare della storia. 

Si tratta di un avvenimento che ebbe luogo una ventina di chilometri a sud di Bruxelles, in Belgio: la battaglia di Waterloo. 

Secondo gli annali, in quell’occasione più di 70.000 uomini persero la vita o rimasero feriti nel giro di poche ore. 

Il duca britannico di Wellington, che aveva scelto il campo di battaglia, si era posizionato in un punto più elevato rispetto a quello di Napoleone. Anche se l’esercito francese comandato da Napoleone era più numeroso delle truppe di Wellington, Napoleone doveva sconfiggere il nemico prima dell’imbrunire, perché quella sera stessa Wellington avrebbe ricevuto rinforzi dall’esercito prussiano. Ma ancora una volta il maltempo fu protagonista.

La notte prima della battaglia ci fu una pioggia torrenziale. In seguito la maggioranza dei sopravvissuti disse che quella era stata la notte più deprimente della loro vita. Alcuni riuscirono a erigere delle piccole tende; tuttavia, come ricordò un soldato, all’interno le brande erano così fradicie che sembrava di essere in fondo a un lago. Il terreno, saturo di acqua, era ridotto a un pantano. Per cercare di sconfiggere Wellington prima possibile, Napoleone voleva sferrare l’attacco alle prime luci dell’alba. Comunque per diverse ore fu impossibile sferrare l’attacco.

Questo ritardo fu dovuto principalmente alle condizioni del terreno, che doveva asciugarsi almeno un po’ prima che la battaglia potesse iniziare. Il fango rese anche meno efficaci i cannoni, una delle armi predilette di Napoleone. Infatti, dato che era difficile spostare l’artiglieria pesante nel fango, la portata del fuoco fu ridotta. Inoltre, in teoria le palle da cannone avrebbero dovuto rimbalzare al suolo infliggendo ulteriori danni alle truppe di Wellington. Ma questo non avvenne perché il terreno molle attutiva molto l’impatto. Per Napoleone e le sue truppe il risultato fu disastroso. A motivo delle condizioni atmosferiche proibitive l’esercito francese fu sconfitto e Napoleone fu portato in esilio.

Annunci