Cui Prodest

Sul sito baseballlmania.eu è comparso in data 29 dic  questo commento ad un articolo di Redazione commento in forma anonima a nome Nippon, non amo le provocazioni e perdipiù anonime, ma il contenuto e gli argomenti richiedono un chiarimento; sono fortunato: ho la possibilità di replicare e lo desidero.

Estratto da:

http://www.baseballmania.eu/notizie/news/la-esprime-il-presidente-naldoni-in-un-comunicato-diffuso-alla-stampavittime-di-questa-opaca-vicenda/

Mio pdre quando era in vita mi diceva: ” se uno ti dice più di una volta che non gli interessa una cosa, sappi, che è la cosa che vuole”.. Detto ció il buon Antolini pare essere confuso, a settembre dell’anno, ormai, scorso dava la caccia agli errori di Fraccari, poi ha provato ad utilizzare il senso di “pietas” tentando di riallacciare con Fraccari stesso. Ora si fa aiutare da Fochi e Sanna per tagliare fuori Godo, far fare una figura del menga a Fortitudo e accaparrarsi una semifinale comoda in casa. Quest’anno assurto a paladino del movimento, vai con i giovani, e via il vecchio establishment. Voci ben informate ci dicono che invece, dopo il favore europei, ora stia lavorando a stretto contatto con l’establishment, con evidente rottura con il suo ZORRO, il sergente GARCIA. Le favole di efesiantolini, rilanciano le varie release della cremona, la1.0, la 3.4, la5.7, la mille punto mille ( quella dell’ingegner Cane). Beh per essere uno che non chiede niente di agita molto. Comunque per il movimento un tassello in più, Antolini presidente, osannato dalla IBL, richiesto dall’imperatore, e il movimento incassa. Una garanzia, nonostante gli sforza per il movimento giovanile, le denunce per la vendita di palle, le interpellanze dei cri-cri, basta una sede di CDC per trovare l’accordo, il movimento, i disavanzi, le giovanili, la crisi può aspettare, sta arrivando il messia. L’assessore Cangini saprebbe fare meglio.

Pacata sintesi: CUI PRODEST?

Il primo mio pensiero dopo aver letto il contenuto è stato “Fatti una domanda e prova a darti una risposta”, un semplice esempio di “macchina del fango”. Cosa si voglia intendere e come ci si voglia porre io lo lascerei giudicare ai posteri. Che ci si prepari una campagna elettorale piena di personali convinzioni supportate dal nulla era scontato, ma visto che per il momento un solo candidato alla presidenza futura si è mostrato alle linee di partenza: rimango fermo sulla pacata sintesi: CUI PRODEST?

Parlare o meglio supporre di cose degli altri e non delle proprie e diventato lo Sport Nazionale, che gli obbiettivi personali abbiano la priorità sugli obbiettivi comuni e diventata la regola. e’ anche probabile che l’obbiettivo de LaCremona, di volerne rimanere fuori e volersi porre  vigile e garante nella prossima tornata elettorale per le elezioni FIBS,  possa dare fastidio a qualcuno, o meglio non può essere contemplato nella lotta ad personam per la fatidica poltrona: pacata sintesi CUI PRODEST?

Sul CUI PRODEST le risposte per gli interessati a seguire:

A) Non sono Fochi e Sanna ad aver tagliato fuori il Godo, il Godo è sempre stato fuori, le soluzioni dalla data del 11 novembre prospettate ufficialmente da CEB agli interessati (Rimini basebal e FIBS) erano solo 2 o Rimini e San Marino oppure altra candidata ad organizzare la manifestazione (vedi punto C). Perché nonostante quanto sopra il presidente Zangheri durante la notte dei Diamanti in Roma abbia dato comunicazioni diverse occorrerebbe chiederlo a lui e perché il sito FIBS abbia riportato la notizia ufficiosa ma mai ufficiale occorrerebbe chiederlo al responsabile della Comunicazione. (Questo è il link dove al tempo scrivevo sul blog de LaCremona)

B) SanMarino si è messa solamente a disposizione e solo quando è stata interpellata dal Rimini baseball. La decisione sul SI o NO non è mai toccata direttamente alla Società Sammarinese,. per il Baseball Italiano era meglio o peggio perdere in Europa? Molti di Voi penseranno “Chi se ne frega”, LaCremona ne avrebbe anche potuto trarre un vantaggio politico se si fosse rafforzato il NO, ma: CUI PRODEST?

C) la comunicazione CEB datata 11 novembre (comunicazione CEB 11 novembre / Notte Diamanti 6 dicembre) inviata al solo interessato (Rimini e FIBS in cc) è fattore unico e citata come parte integrante nell’accordo siglato tra Rimini e San Marino al 1o punto.

CEB.jpg

B) Fortiduto non ha fatto nessuna figura, è parte integrante nell’accordo siglato tra Rimini e SanMarino al 2o punto e preventivamente aggiornata sullo sviluppo degli eventi.

C) Non esistono fonti informate esistono solo certezze Marco Sforza, Alberto Antolini insieme a Massimiliano Baldassini (dal 2000 ad oggi legati da vera e forte amicizia ed extra baseball) non potranno MAI tra loro andare in rottura, continueranno a divertirsi insieme sino alla fine della tornata elettorale senza nulla pretendere e senza nulla domandare, augurandosi per il loro bene personale futuro di uscirne sconfitti.

D) Nessun messia in arrivo. Non ho mai camminato sull’acqua, mai moltiplicato pani e pesci  come non ho avuto mai nessun discepolo, ho sempre usato la mia tasca e non sono mai sceso a compromessi ne nella mia professione e neppure nel mio hobby, i risultati positivi o le sconfitte siano esse professionali e non sono alla portata di tutti, questo forse è quello che infastidisce di più chi ha un back-ground o obbiettivi leggermente diversi dal mio.

E) Alberto Antolini, Massimiliano Baldassini, Marco Sforza (in ordine alfabetico) ossia LaCremona vanno comunque avanti: cosa succederá? Tocca a loro e non ad altri e perdipù anonimamente cuor di leone voler decidere ed i gufi (come ama chiamarli qualcun altro) se ne facciano amorevolmente una ragione.

F) “Un Presidente ce lo abbiamo e sino alla termine del mandato 2016” fu la mia chiusura durante LaCremona a marzo 2015. Questo volenti o nolenti vivendo in un paese dove la democrazia ha vinto molti decenni fa non dobbiamo dimenticarlo, e LaCremona allineata o no a meno che non vi siano diversi democratici ripensamenti rispettosamente sta nella atrettanto democratica regola.

Cordialmente

Alberto Antolini  4.0 mini

Annunci